News

Eurapo sostiene l'innovazione e l'energia pulita del progetto "e-QBO"

Eurapo, da sempre attenta alla ricerca e alla innovazione, sostiene l'evento che quest'anno si tiene a Selinunte (Trapani) il 14-15-16 giugno, dove atterra "e-QBO" un Micromuseo off-grid nel Parco Archeologico.

Ideato e progettato da Romolo Stanco con la supervisione scientifica di Stefano Besseghini e RSE (Ricerca Sistema Energetico), e-QBO è una architettura in grado di accumulare energia in modo autonomo (da fonti rinnovabili), senza essere collegata alla rete elettrica, e restituirla sotto ogni forma di alimentazione.

e-QBO è un'architettura pura, immediatamente riconoscibile e di grande impatto visivo capace di parlare il linguaggio della ricerca e dei suoi risultati. e-QBO comunica con il fruitore e gli permette di accostarsi in modo chiaro e istantaneo a concetti altrimenti di difficile comprensione, trasformandosi in un perfetto "diffusore di conoscenza".

 e-QBO accumula energia attraverso fonti rinnovabili, la restituisce sotto forma di servizi alla città: fornisce illuminazione pubblica, informazioni attraverso il videomapping o altri sistemi di comunicazione, offre una rete wifi gratuita, energia per la ricarica di elementi elettrici ed elettronici. Il suo interno può trasformarsi a seconda delle necessità in luogo di ritrovo, connessione, struttura pubblica o privata.

e-QBO è un manifesto delle future smart city: è allo stesso tempo autonomo e connesso, off-grid e integrato nel contesto urbano.
A Selinunte, in occasione del Terzo Meeting Internazionale "Architects meet in Selinunte_L'architettura che verrà", sarà allestito internamente come Micro Museo, presentando alcune ipotesi progettuali virtuali e reali sulle Smart City del prossimo futuro.

«Sostenere progetti come e-QBO – ha detto Nicola Pradella, amministratore delegato di Eurapo – rappresenta per la nostra azienda il modo di condividere un'idea comune verso il futuro e le nuove forme di energia. Eurapo sta perseguendo da anni con importanti investimenti la strada unica della ricerca e dell'innovazione; solo in questo modo si possono mantenere i vertici del panorama internazionale di settore».

menu